Aumenta la soglia dei ricavi commerciali per beneficiare del forfait

Aumenta l a soglia massima dei proventi commerciali per beneficiare delle agevolazioni previsti della L. 398/1991, passando da 250.000 a 400.000 euro.

L’art. 1 comma 50 L. 232/2016 legge di Bilancio modifica l’art. 90 comma 2 della L. 289/2002, elevando a 400.000 euro la soglia massima entro la quale i ricavi commerciali potranno beneficiare del coefficiente di  forfetizzata del 3%, con l’aggiunta delle plusvalenze patrimoniali. Pertanto a decorrere dal periodo di imposta in corso alla data del 1º gennaio 2017, l’importo è elevato a 400.000 euro. Ai fini del calcolo del limite, rileva il principio di cassa.

Oltre alle associazioni e società sportive dilettantistiche, possono optare per il regime fiscale di cui alla L. 398/1991, anche altri soggetti: le associazioni senza scopo di lucro e le pro loco; le associazioni bandistiche, i cori amatoriali, le filodrammatiche, le associazioni di musica e danza popolare legalmente costituite senza fini di lucro.

Sono escluse dal beneficio le fondazioni e in generale tutti gli altri enti non commerciali, compresi i comitati.

Condividi questo articolo

Commenti