Chiama

0142.78.16.15

Email

info@federgest.it

Nas, da giugno sequestrato un milione di mascherine

Allarmante il bilancio del Comando Carabinieri d’intesa con il ministero della Salute sulle ispezioni svolte da giugno a settembre. Effettuati oltre 14.200 accessi, bloccate 46.500 confezioni di igienizzanti e presidi medici senza autorizzazioni e all’oscuramento di 60 siti che promuovevano la vendita di prodotti con false proprietà curative anti-covid.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sanità24 – 13 ottobre 2020

Coronavirus/ Nas: da giugno sequestrato un milione di mascherine e oscurati 60 siti

“Oltre 14.200 ispezioni svolte da giugno a fine settembre con il sequestro di oltre un milione di mascherine facciali e dispositivi di protezione privi delle caratteristiche dichiarate, importate illegalmente, con false attestazioni di conformità e in assenza di indicazioni sul corretto impiego”. E’ il bilancio di “Estate tranquilla” realizzata dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il ministero della Salute che ha portato anche “al blocco di 46.500 confezioni di igienizzanti e presidi medici privi delle qualità vantate e senza autorizzazioni e all’oscuramento di 60 siti e annunci su social forum che promuovevano la vendita di prodotti vantanti inesistenti proprietà curative anti-covid e farmaci vietati a causa dei gravi effetti collaterali”.

Nel corso dei controlli, inoltre, sono state eseguite dai Nas 1.161 ispezioni nelle Rsa, svolte senza preavviso, specie nei giorni festivi e in orari serali o notturni, e nel 20% sono state riscontrate gravi irregolarità: 18, infatti, sono state sequestrate o chiuse, per mancanze di diverso tipo, da quelle strutturali a quelle amministrative, organizzative e igieniche.

“Agli ordinari accertamenti – spiega il comandante dei Nas, il generale Paolo Carra – si è aggiunta una vasta azione di prevenzione e verifica sulla corretta applicazione delle misure di contenimento” del Covid-19, sia nell’ambito della gestione organizzativa, sia sulla formazione degli operatori e sull’uso dei dispositivi di Protezione Individuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Federgest srl